venerdì 1 marzo 2019

FilosoficaFactory 01 : dalla Scuola di Mileto ai Presocratici (I Quaderni del Bardo Edizioni per Amazon) a cura di Erika Ranfoni
























“Esiste una città interiore in ciascuno di noi. Uno spazio in cui la pelle e l’anima costruiscono trame di senso insieme agli odori delle cose che tocchiamo e alle parole che abitiamo. Una città con un tetto, come dice Maria Zambrano. Materia che protegge ma anche soglia verso l’infinito. Il tetto chiude, ma su di esso si può anche salire per guardare le stelle, per afferrare il rosso di un tramonto, per farsi ferire da un vento di tramontana, che segna il volto nella sua danza. Una città interiore, che possiamo chiamare anima, mente, ragione, spirito,energia. Il nome non è importante. Importante è sapere che essa abita in noi e noi in essa. L’importante è sapere che c’è una porta che ne segna il confine in questo tempo. La porta è segno tanto di presenza quanto di assenza. Può essere un muro oppure un ponte. La porta della nostra città interiore è il luogo dell’ascolto e dell’accoglienza che offriamo a noi stessi e agli altri. Perimetro di ospitalità delle nostre emozioni, del dolore e dell’imprevisto, dell’ineluttabile e del determinato. Siamo noi stessi forse proprio questa porta? Soglie d’intermezzo tra il silenzio e la parola? Tra il detto e il taciuto? Tra un tu e un io? Non è importante saperlo. La porta si apre solo con una chiave. La chiave è la domanda… Saper domandare, avere voglia di farlo, provarne il desiderio è la forza con cui assume un senso il nostro stare fuori o dentro la nostra città, il nostro prendere e ricevere, accogliere e chiudere, il nostro essere Noi e il nostro essere Io. Questa città io la chiamo Filosofia…spazio di incrocio di domande. Luogo in cui la carne si fa pensiero e desiderio. Tempo unico di cura di tutti i sé possibili che lo sguardo può abitare.” (Erika Ranfoni)

La Filosofia è un lavoro manuale. Lo credo profondamente. Basta intendersi su cosa significhi questo aggettivo. Le nostre mani rappresentano la rivoluzionaria sfida dell’evoluzione. La mano afferra, sente, decide, ferisce, cura. Le mani cui mi riferisco sono quelle dell’anima e della mente. La Filosofia è un gesto che custodisce una manualità operosa, capace di sfidare l’opacità del quotidiano. Siamo nell’era del touch, in una rivoluzione 4.0. Quello che conta è oggi cosa scorriamo con le dita, cosa clicchiamo,quanti likes mettiamo. Ma le nostra dita sanno veramente pensare? Questa è la domanda cui nasce il progetto Filosoficafactory, che con i suoi Books vi propone uno storytelling delle maggiori domande che hanno attraversato la storia del pensiero occidentale. Questo primo book è dedicato alla nascita della manualità filosofica, dalla scuola di Mileto ai Presocratici. Una prima guida per entrare nel vivo dell’hardware e nei processi di formazione di un pensare da filosofo 4.0.

“Eccomi qui. Mi presento: sono Erika Ranfoni, una Filosofessa. Dopo la laurea mi sono abilitata come insegnante e parallelamente mi sono formata come Filosofo Consulente presso l’Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica “Phronesis” e come psicologo junior. Le pratiche filosofiche sono diventate il fulcro di progetti, seminari e laboratori su molteplici tematiche: la filosofia della cura, l’etica della salute, l’estetica del gusto, la consulenza filosofica, la Filosofia e l’industry 4.0. Dopo la nascita della mia Alice “Campanellino” ho sentito il bisogno di cambiare, invertire il passo di una vita professionale che sentivo statica, sedentaria, non autenticamente filosofica. Ho capito che lo stupore è davvero la chiave magica che apre tutte le porte. Così ho rivoluzionato la mia professione e mi sono ricominciata come Filosofessa. Pensare è il mio design e lo metto a disposizione di chi voglia avventurarsi nella scoperta della sua stessa pelle, vita, testa. La mia sede operativa è una FilosoficaFactory, una fabbrica di idee, disegnate e immaginate da tutti coloro che scelgono di ascoltare il suono, il senso e la realtà del proprio pensiero “. (Photo by Frederic Köberl on Unsplash / cura editoriale Valentina Sansò)
Info link
https://www.amazon.it/FilosoficaFactory-01-Presocratici-Quaderni-Edizioni-ebook/dp/B07PB625TC/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1551347409&sr=1-1&keywords=stefano+donno

Recensione GALAXY S10+ Samsung

GEMITAIZ - "Senza Di Me" feat. VENERUS & FRANCO126 - (Prod. Il Tre)

I MATES TORNANO SUL CAMPO DA CALCIO!!

Il preside espelle Michael - Terza puntata - Il Collegio 3

mercoledì 27 febbraio 2019

Vorrei mettere il mondo in carta (I Quaderni del Bardo edizioni per Amazon) di Giorgia Colucci

























“Cerco rime/ per sfuggire/ alla banalità/ (e nulla è più banale che dirlo)”, così scrive Giorgia Colucci nella poesia che dà il titolo alla sua prima raccolta poetica. Una scrittura matura quella di Colucci, tesa alla ricerca della rima. La rima come punto di fuga alla contemporaneità in cui i sogni fuggono in avanti per non essere ingabbiati da menti vecchie. In Giochi di parole scrive: “Non siate versi/ tronfi e vanitosi/ che si declamano/ da soli/ a platee dormienti./ Dite quel che vi pare”. Una riflessione sulla scrittura, sul suo ruolo salvifico e consolatorio, ancora in Ad Amarante: “Prendo la penna in mano,/ rendo impermeabile l’inchiostro, la carta/ che cola in rivoli nella testa,/ senza connessione./ A fiume,/ oppongo fiume/ in una scialuppa di fiume”. Una scrittura che rimanda al classicismo, ma che vive il suo presente attraverso le tematiche che affronta, da quelle dei migranti, come in Madina, fino alle riflessioni sul ruolo femminile. La giovane autrice afferma i suoi valori nelle poesie dedicate alla famiglia, ai nonni, alla madre. Le sue poesie hanno una struttura solida, ma ricercata nel linguaggio che si proietta dal passato al futuro con l’uso dell’apocope, come in Atroce attesa: “Atroce attesa,/ pigiati nelle carni/ ce ne stiam/ senza difesa./ Respiro su respiro/ Mischiam le ossa,/ volti estranei/ condividono la fossa. (Elisa Longo)

Nata a Tradate nel 1998, Giorgia Colucci vive a Vedano Olona, nella provincia di Varese. Appassionata di lettura e di storie sin dall’infanzia, inizia ben presto a coltivare la passione per la poesia, vincendo nel 2010 un premio assegnato dal Comune di Locate Varesino per il componimento Questo amore di animale. Pubblica poi nel 2015 la poesia Ricordo di mia madre per l’antologia di Sensoinverso Edizioni Nessun dannato orologio. Giorgia inoltre si confronta con il giornalismo, ottenendo nel 2012 una menzione di merito al premio Severo Ghioldi. La scrittura è compagna di Giorgia anche durante gli anni al Liceo Classico Cairoli di Varese, nei quali pubblica poesie e articoli cinematografici su alcuni blog e sul giornale scolastico. Arricchisce inoltre la sua esperienza artistica anche come attrice teatrale e aiuto regista, mettendo in scena con una compagnia di amici diversi spettacoli. Oggi Giorgia studia Comunicazione, media e pubblicità presso l’università IULM di Milano. Da inguaribile sognatrice scrive ancora poesie e per il Natale 2018 pubblica il racconto Un insolito cucciolo nella raccolta, targata i Quaderni del Bardo Edizioni, XXL Mas. Racconti per un altro natale. Ogni volta che può cerca di esplorare il mondo con storie o viaggi e continua la sua attività giornalistica al microfono della radio universitaria, parlando di attualità e di rock’n’roll. Collabora inoltre con alcune testate d’informazione, sport, cinema e cultura.

Guendalina Ebelli - Nata a Varese nel 1999, dopo aver concluso gli studi classici attualmente frequenta il corso di Ricerca biotecnologica in medicina. Coltiva peró la passione per la fotografia da autodidatta, arricchendo la sua formazione con un corso base. Nel 2018 é fotografa di scena per il Laboratorio Teatrale del Liceo Classico Ernesto Cairoli e attualmente collabora con la compagnia teatrale dell'autrice. (autrice della foto di copertina)

curatela editoriale Valentina Sansò

Info link

#VONS #Sunbeam #Vlog #No #Copyright #Music

#Eluana #Englaro, 10 anni #dopo

#Card #Tagle sugli #abusi #risposta #decisa

WINNING Performances From America's Got Talent: The Champions! | Got Tal...

NASCONDINO ALLO ZOO DI PRAGA! *ho perso il mio ragazzo*

POKÉMON Detective Pikachu – Trailer Ufficiale Italiano

8 RICETTE BALSAMO PER LABBRA FAI DA TE

SIGNIFICATI NASCOSTI DEI LOGHI PIÙ FAMOSI!

SNACK - Le Sottomarche Sono Più Buone?

giovedì 21 febbraio 2019

#Italia 2030 un #Paese in via di #sviluppo #sostenibile

#SKANDR #Faith #Vlog #No #Copyright #Music

#Conferenza #Shaping the #EU’s #future through #differentiated integrat...

Due appuntamenti a Lecce con le poesie di Pietro Romano

“#FIGLI DEL #SEGRETO” IL #ROMANZO DI #CINZIA #TANI

“#FESTIVAL DEL #FUTURO”, #VIAGGIO NELLE #START #UP DEL #FOOD

Fishball - Madre Teresa (FREESTYLE)

GALAXY S10 S10+ ed S10e PREZZI SPECIFICHE e ANTEPRIMA